Quando finalmente sento squillare il cellulare noto anche che ho 10 telefonate perse. La mezzanotte era passata da 10 minuti e facendo i calcoli risultava quindi che Stè mi aveva chiamato ogni minuto.

Bastava un sms” – gli dico.
Ecco, uno la vuole sentire per farle gli auguri in diretta ed invece di essere contenta lei si lamenta” – Stè risponde e poi si mette a gridare “Buoooon annoooooo!!!! Sarà meraviglioso, scintillante, pieno di magia, assolutamente wow. Vedrai!!!!
Guarda, basta che è migliore di questo appena passato. Le scintille le puoi tenere tu, grazie” – rispondo cercando di allontanarmi dalla musica assordante.
Beh, per questo non ci vuole molto. Allora chi hai baciato a mezzanotte?!”
No, io voglio sapere chi hai baciato tu a mezzanotte visto che sei a Parigi e lì si che deve essere magico
E chi non ho baciato, questo è il punto!!! E poi è colpa tua che non hai voluta venire con me” – Stè ride come un pazzo, è felice e la sua risata è come sempre contaggiosa – “Senti, noi ci vediamo il sei di gennaio, giusto per farti gli altri auguri per la tua festa” – dice scherzando.
Che clichè… Ciao Befana” – metto giù e sospiro.

Mi manca Stè. Mi mancano le persone care che sono lontano. Mi mancano quelle che ho perso, che non mandano più gli sms perché si sono dimenticate, perché la vita ci ha allontanati. Tutti quelli che non ci sono più per qualche motivo, li raccolgo nel mio cuore a mezzanotte del capodanno per farli gli auguri.

Mi siedo sul muretto e respiro aria fresca. Sono ufficialmente entrata nel dodicesimo anno della mia vita a Milano. E sono felice che il 2011 se ne andato. E’ stato uno degli anni più difficili della mia vita.

Sospiro di nuovo e in quel momento arriva un sms. Ed è Stè che scrive: “Si, lo so. Non è stato facile. Anzi, è stato un anno di m…  ma ricordati che Forrest Gump diceva che la vita è una scatola di cioccolatini e non si sa mai quello che ti può capitare! E sai che io ti amo bionda

Inizio a ridere, è proprio da Stè scrivere una roba del genere. Ma è anche vero. Nulla è mai stato facile. Dal 1990 fino ad oggi, la mia vita è stata una montagna russa che mi ha fatto attraversare i periodi davvero difficili.

Quindi tanto vale continuare a stare su questo rollercoaster con la stessa forza che mi ha fatto arrivare fin qui.

Benvenuto 2012. Sai che effetivamente assomigli ad una scatola di cioccolatini?!

scattola-di-cioccolatini

Share: