“Adoro i garofani”, dicevo a Dà e lui girando gli occhi al cielo ripeteva: “Ma se sono così banali, così “cimiteriali”. Ed io continuavo a comprarli e a regalarmeli da sola. In realtà il mio fiore preferito (se per caso volete mandarmi un mazzo) sono i tulipani di tutti i colori (ma vanno bene anche i garofani eh!).

Guardate questa esplosione di colori e gioia!

E la casa è subito diversa

Quanta magia in un fiore solo

E’ pure il protagonista nelle passerelle

Eleganza assoluta

L’altro giorno, con la finta noncuranza Dà entra in casa con un mazzo di garofani e mi dice: “Eccoti il tuo “fiore” preferito. Mi sono sentito un pezzente mentre lo prendevo.”
“Mamma mia quanto sei snob! Hai appena dato dei pezzente a tutte le persone che amano questo fiore”
“Si, lo amano il primo di novembre! E pensa, li ho presi al supermercato.”

Ed io mi chiedo perché siamo ancora amici. Ma si sa, ognuno si deve prendere le proprie responsabilità.
E questo post lo scritto per innervosire Dà. Spero tanto di esserci riuscita.

ps. A. arriva a casa e dice: “Garofani? Come mai?” Io: “Perché mi piacciono.” A: “Ma sono i fiori da cimitero.”

Ecco. Gli uomini della mia vita. E li scelgo io eh…

La canzone che accompagna la lettura: Garofano nero di Mauro Ermanno Giovanardi.

Share: